Liberapay: un circuito di donazioni open source

Chi non conosce il crowdfunding? La famosa modalità di finanziamento di progetti, che in questi anni sta spopolando sul web vede, da qualche tempo un nuovo attore: parliamo di Liberapay, un sistema crowdfunding totalmente gratis ed open source.
liberapay

Chi non conosce il crowdfunding? La famosa modalità di finanziamento di progetti, che in questi anni sta spopolando sul web vede, da qualche tempo un nuovo attore: parliamo di Liberapay, un sistema crowdfunding totalmente gratis (tranne le spese che trattengono i metodi di pagamento) ed open source. Che riesca ad essere un’ottima alternativa alle più grandi piattaforme quali Kickstarter, Indiegogo o Crowdfundme?

Piccolo passo indietro: cosa è il crowdfunding?

Il crowdfunding nasce come forma di microfinanziamento dal basso, ed è uno dei metodi più utilizzati per raccogliere finanziamenti provenienti da persone o associazioni, al fine di “investire” in un progetto o in un bene fisico. Esistono diversi tipo di crowdfunding:

  • Reward crowdfunding, dove i finanziatori ricevono in cambio una ricompensa strettamente collegata al progetto da finanziare,
  • Equity crowdfunding, dove i finanziatori diventano sostanzialmente soci dell’azienda che hanno sponsorizzato,
  • Lending crowdfunding, una sorta di “prestito” di denaro a terzi regolamentato da una piattaforma apposita: i donatori, successivamente, riceveranno i soldi spesi maggiorati di interessi,
  • Donation crowdfunding, dove i finanziatori sostengono il progetto a fondo perduto, per la finalità relativa al progetto stesso.

Liberapay: cosa è?

Stando alla lista poco sopra, si posiziona come una piattaforma Reward/Donation. Liberapay è una piattaforma totalmente free ed open source che cerca di posizionarsi a metà tra un classico servizio crowdfunding ed una piattaforma totalmente open.

Come funziona Liberapay?

A differenza dei più grandi servizi, Liberapay funziona in modo leggermente diverso: invece di una donazione singola, la piattaforma permette di sovvenzionare un progetto, una associazione o una persona con donazioni con cadenza fissa. Liberapay, infatti, spinge molto non sull’ingente quantità di denaro elargita dal singolo, bensì sul numero di utenti che la effettuano. Così, infatti, abbiamo un doppio vantaggio: chi propone un progetto da finanziare può contare su delle entrate “fisse”, mentre chi finanzia un progetto può scegliere il totale di denaro inviato al progetto settimanalmente.

Come potete vedere nello screen, una volta scelto il progetto da finanziare sarà possibile scegliere un piano di donazione preimpostato oppure crearlo ad hoc. Interessante vedere come il sistema fornirà direttamente un prospetto di quello che si andrà a pagare settimanalmente/mensilmente/annualmente.

Una volta selezionata la tipologia di donazione, possiamo effettuarla tramite PayPal, Stripe o Carta di Debito/di Credito: il sistema penserà automaticamente a prelevare la somma concordata nel lasso di tempo concordato. Ovviamente è possibile cancellare o modificare la donazione quando si vuole, lasciando piena libertà all’utente.

Lo consiglio? Si, se volete entrare nel circuito crowdfunding !

Credo sia davvero interessante il funzionamento di Liberapay, una piattaforma che rivoluziona il concetto di crowdfunding e che permette, anche a chi non ha molte possibilità, di promuovere o finanziare i progetti che ha particolarmente a cuore. Effettuare una donazione una tantum, magari abbastanza ingente, potrebbe risultare scomodo: con questo sistema, invece, risulta semplice anche entrare in questo circuito.

Io? Personalmente ho diverse sottoscrizioni aperte e, se volete supportare i vostri progetti preferiti, questo è uno dei modi migliori per farlo.

Scopri Liberapay

Commenta il post