PortX: un nuovo client SSH cross platform

PortX è un client SSH cross platform e che permette di sincronizzare i vostri server preferiti, senza dover inserire ogni volta le credenziali

Uno dei problemi più grandi di chi, come me, lavora su sistemi operativi diversi è quello di trovare dei progammi o applicazioni che permettano una funzionalità completa su qualsiasi di essi. In questi giorni avevo bisogno di un client SSH che, se impostato correttamente, mi avrebbe consentito di collegarmi ai miei server (e a quelli che gestisco) sia da Windows, che da Linux, che da macOS: ecco che, la mia ricerca, mi ha portato a scoprire PortX .

Cos’è PortX?

PortX è un neo nato client SSH che ha due grandi peculiarità: essere cross platform (quindi essere disponibile su diversi sistemi operativi) e permettere la sincronizzazione dei dispositivi preferiti tra le piattaforme.

Come potete vedere dall’immagine, all’apertura del programma ci troveremo davanti una schermata simile: all’occhio balza subito la possibilità di utilizzare il programma in modalità “tabbed”. Ogni tab sarà associata ad una istanza SSH e funzionerà in modo indipendente l’una dall’altra. A destra, invece, i classici tre puntini che apriranno il menu delle opzioni. In questo menù, infatti, troveremo la possibilità di connettere il nostro account Google Drive che ci permetterà di attivare la sincronizzazione dei preferiti.

Preferiti che, appunto, trovate subito in basso ai tab ed alla barra di connessione rapida. Qui potete, tranquillamente, suddividere i vostri preferiti in cartelle che verranno visualizzate sulla barra dei preferiti stessa.

Problemi con PortX? Forse.

PortX, è un software che è in open beta e come tale ha dei problemi di gioventù. Devo dire che la mia esperienza su Windows e Linux è pienamente approvata, mentre su macOS ho trovato qualche rallentamento: sono abbastanza sicuro che sia dovuto al fatto che, al momento, non esiste una versione ottimizzata per Mac M1. Complessivamente, però, l’esperienza è stata davvero appagante, tant’è che è diventato il mio client SSH preferito.

Alternative?

Ci sono alternative? Cross platform davvero poche. Precedentemente utilizzavo Termius che è anch’esso multi piattaforma e permette di sincronizzare i propri preferiti. Purtroppo non è free come PortX e, un account pro, costa circa 9.90€/mese: davvero troppi per una semplice sincronizzazione.

portx

Come ottenerlo?

PortX è disponibile su Windows Store, Apple Store e Linux: purtroppo, non è disponibile ancora un applicazione per iOS ed Android. Speriamo che arrivi a breve anche sugli store mobile in quanto è uno di quei software che, una volta utilizzati, non può essere sostituito nel proprio workflow.

Commenta il post